Ministranti Immacolata

Pregare con il corpo

TRATTO DAL SITO:



Pregare con il corpo

 
Noi siamo un tutto di anima e corpo, così se i gesti sono in sintonia con l’atteggiamento interiore liberano le energie nascoste nell’intimo. E’ dunque importante educare a:
 
  • Curare la posizione del corpo e il suo significato espressivo;
  • I gesti e i movimenti;
  • La voce e la sua tonalità.
 

Questa sintonia ci fa andare sempre più in profondità nell’amicizia con Dio e trascina anche gli altri, con noi, in Dio.
Ogni forma di preghiera chiede posizioni e gesti differenziati.

 Ecco qui un semplice schema che ci aiuta a scoprire e vivere sempre meglio questa sintonia:
 La posizione diritta in piedi indica:
  •  Attenzione e ascolto
  • Disponibilità e prontezza
La posizione seduti o in ginocchio indica:
  • Ascolto e riflessione
  • Meditazione e contemplazione
 La posizione prostrati indica:
  • Adorazione
  • Supplica
  • Pentimento
La posizione di chi si inchina profondamente o genuflette indica:
  • Riconoscersi alla presenza di Dio
  • Prendere coscienza della nostra condizione di creature
 Le mani aperte verso l’alto indicano:
  • Lode
  • Tensione verso Dio
  • Gioia ed esultanza



ARTE SACRA

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online